Alla luce del sole

timesVi presentiamo alcuni documenti in risposta alle ultime accuse della stampa sulla presunta pericolosità dei solarium che potete scaricare, stampare e leggere dai seguenti link:

Ecco la  traduzione del primo comunicato dall’Inglese.

Le campagne dei media che paragonano l’abbronzatura artificiale a tossine come il mustard gas, sigarette e arsenico sono inverosimilmente esagerate. L’abbronzatura delle lampade abbronzanti ricade infatti nel noto “Gruppo 1″, lo stesso che include il vino rosso, il pesce sottosale e la luce del sole naturale .  E’ così piuttosto strano che i titoli in cerca di facili sensazionalismi suggeriscano l’idea che “Un bicchiere di Merlot è mortale quanto una dose di mustard gas”.

I raggi ultravioletti dei lettini abbronzanti sono della stessa natura dei raggi ultravioletti che provengono dal sole, che sono stati categorizzati come “Gruppo 1″ dal 1992. Non c’è da meravigliarsi quindi che i lettini abbronzanti siano stati ora inseriti nella stessa categoria, visto che risulta lampante è la SOVRAESPOSIZIONE ai raggi ultravioletti ad essere associata all’aumento di richi di alcune forme di cancro, indipendentemente dalla loro origine naturale o artificiale.

E’ proprio per questo che la Indoor Tanning Association ha sempre sottolineato l’importanza di una moderazione nella vostra abbronzatura.”