Il ritmo della luce

solariumPerchè è così importante un’abbronzatura consapevole e calibrata? Il sole regola l’equilibrio di ogni cosa, metabolismo incluso. Il ritmo corporeo, ovvero la regolarità delle diverse funzioni viscerali indispensabili per vivere (gittata cardiaca, flusso
sanguigno , digestione, eliminazione delle scorie, ecc… )
è sotto il controllo involontario del sistema dei nervi autonomi, distinto in sistema simpatico e sistema parasimpatico. I due sistemi producono effetti opposti sull’organismo: il sistema simpatico “attiva” le funzioni e il sistema parasimpatico le “disattiva”.

Il sole controlla i nervi autonomi.

Il ritmo del sole, la sua potenza e la combinazione di spettro della
sua luce influenzano il ritmo corporeo. Il sole influenza l’assunzione di alimenti, il consumo dell’acqua, la temperatura corporea, la produzione di ormoni e molto altro ancora.

Le radiazioni che penetrano attraverso gli occhi vengono trasformate in impulsi elettrici, trasmessi tramite il nervo ottico al cervello. Quando gli impulsi raggiungono l’ipotalamo si assiste ad un incremento della serotonina, neurotrasmettitore deputato al controllo del tono dell’umore, mentre a livello dell’epifisi viene inibita la produzione di melatonina, un ormone sensibile al ciclo luce/buio.

Ecco alcuni dei principali influssi della luce solare sul ciclo del nostro metabolismo:

  • Sembra che l’esposizione alla luce riduca i livelli ematici della melatonina, aumentando invece l’efficacia della serotonina e di altri neurotrasmettitori che contribuiscono attivamente al miglioramento del tono dell’umore, riducendo la depressione e migliorando il ritmo sonno-veglia, indispensabile per il benessere psico-fisico dell’organismo.
  • Se ci si continua ad esporre la mattina o la sera, per circa 30 minuti, si ha un effetto
    positivo antidepressivo.
  • La luce forte favorisce anche la compensazione del jet-lag, ripristinando i ritmi circadiani alterati dal cambio di fuso orario.